L’amministratore delegato di Twitter, Jack Dorsey, ha detto giovedì che sta ripensando i piani per trascorrere fino a sei mesi in Africa, in parte a causa delle preoccupazioni sull’epidemia del nuovo coronavirus.

La notizia è arrivata con Dorsey di fronte alla sfida di un investitore attivista che cerca di estromettere il dirigente dei social media, che è anche CEO della società di pagamenti digitali Square.

Dorsey, parlando a una conferenza degli investitori sponsorizzata da Morgan Stanley, ha dichiarato che il suo annuncio sui suoi piani per l’Africa dell’anno scorso è stato “un errore” perché non è riuscito a spiegare le sue ragioni.

Sosteneva che non si trattava di “semplicemente uscire o prendersi un anno sabbatico”, ma di aiutare a dimostrare il valore del lavoro in remoto e di “capire come non essere gravati dai fusi orari”.

Tuttavia, ha detto che stava rivalutando i piani alla luce della crisi sanitaria globale.

“(A causa di) tutto ciò che accade nel mondo, in particolare con il coronavirus, devo riconsiderare cosa sta succedendo e cosa significa per me e per la nostra azienda”, ha detto.

Secondo le notizie della settimana scorsa, Elliott Management, fondata dal miliardario Paul Singer, un grande sostenitore politico repubblicano, ha acquisito una partecipazione nella società di social media e desidera rimuovere Dorsey.

La società ha spinto per il cambiamento affermando che l’attenzione di Dorsey è divisa tra l’esecuzione di Twitter e la sua startup per le transazioni finanziarie Square e che Dorsey intende vivere parte di ogni anno in Africa.

Dorsey ha affermato di essere rimasto in grado di gestire le due società tecnologiche con sede a San Francisco.

“Ho abbastanza flessibilità nel mio programma per concentrarmi sulle cose più importanti e ho un buon senso di ciò che è critico per entrambe le società”, ha detto.

Dorsey ha svelato il suo piano a novembre, dicendo in un tweet di concludere una visita in diversi paesi: “L’Africa definirà il futuro … Non so ancora dove, ma vivrò qui per 3-6 mesi a metà del 2020”.

Giovedì, una dichiarazione di Dorsey twittata dall’account Twitter Investor Relations afferma che i piani sono in evoluzione.

“Avevo lavorato ai miei piani in cui lavoravo decentralizzato, come facciamo io e la mia squadra quando viaggiamo, ma alla luce del COVID-19 e di tutto il resto, devo rivalutare”, ha detto. “Ad ogni modo continueremo a perseguire opportunità in Africa.”

Più di 90.000 persone sono state infettate e oltre 3.000 uccise in tutto il mondo da quando il nuovo coronavirus è emerso per la prima volta in Cina a dicembre.

L’Africa ha 29 casi, incluso il primo caso del Sudafrica confermato giovedì, dopo quelli già rilevati in Egitto, Marocco, Algeria e Tunisia, nonché in Senegal e Nigeria.

Link alla fonte

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here