La NASA sta pianificando di portare campioni da Marte sulla Terra e l’agenzia spaziale americana sta cercando una persona per guidare la missione che si chiama Mars Sample Return (MSR) Program.

La persona sarà responsabile dell’implementazione di tutte le attività di rimpatrio dei campioni di Marte, a partire dalla formulazione della missione e proseguendo attraverso la progettazione, lo sviluppo, le operazioni di lancio e missione, ha dichiarato la NASA nella sua apertura di lavoro per il Direttore del MSR.

La missione utilizzerà sistemi robotici e un razzo su Marte per raccogliere e inviare campioni di rocce, suolo e atmosfera marziane sulla Terra per analisi chimiche e fisiche dettagliate.

L’Agenzia spaziale europea (ESA) sta lavorando con la NASA per la campagna prevista tra il 2020 e il 2030.

La NASA ha dichiarato che pagherebbe uno stipendio annuo fino a $ 188,066 (circa Rs. 1,3 milioni) all’anno alla persona selezionata.

Saranno necessari tre lanci per realizzare l’atterraggio, la raccolta, la conservazione e la ricerca di campioni e la loro consegna sulla Terra.

La missione Mars 2020 della NASA, che dovrebbe essere lanciata a luglio di quest’anno, esplorerà la superficie e documenterà e memorizzerà rigorosamente una serie di campioni in contenitori in aree strategiche da recuperare in seguito per il volo sulla Terra.

Per il prossimo passo sono previste due missioni successive.

Un lancio della NASA invierà la missione Sample Return Lander per sbarcare una piattaforma vicino al sito di Mars 2020. Da qui, un piccolo rover ESA – il Sample Fetch Rover – uscirà per recuperare i campioni memorizzati nella cache.

Una volta raccolti in ciò che può essere paragonato a una caccia al tesoro interplanetaria, tornerà sulla piattaforma del lander e li caricherà in un unico grande contenitore sul Mars Ascent Vehicle (MAV).

Questo veicolo eseguirà il primo decollo da Marte e trasporterà il container nell’orbita di Marte.

Earth Return Orbiter dell’ESA sarà la prossima missione, programmata per catturare il container campione di dimensioni da basket in orbita su Marte.

I campioni saranno sigillati in un sistema di biocontenimento per prevenire la contaminazione della Terra con materiale non sterilizzato prima di essere spostati in una capsula di ingresso della Terra, ha affermato l’ESA.

L’astronave tornerà quindi sulla Terra, dove rilascerà la capsula di ingresso affinché i campioni finiscano in una struttura di gestione specializzata.

Link alla fonte

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here