Oggi diamo uno sguardo a quello che probabilmente sarà il più popolare tra i processori Intel serie H di decima generazione, il Core i7-10750H. Questo processore a sei core è il successore del famosissimo Core i7-8750H e Core i7-9750H, che sono quasi la scelta universale per i laptop da gioco nel Intervallo da $ 1.000 a $ 1.800e spesso assume un ruolo guida anche negli ultraportatili da 15 pollici incentrati sulla produttività.

Questo non è l’unico processore Core i7 della linea Comet Lake di Intel. Ci sono alcune altre opzioni tra cui il nuovo Core i7-10875H a 8 core che abbiamo esaminato alcune settimane fa, ma a giudicare dalle generazioni precedenti, qualsiasi cosa al di sopra del 10750H sarà in genere limitata alle opzioni premium, mentre il Core i5 che vedi qui – che sorprendentemente sono ancora quad core – sono destinati ai progetti base di base.

Entrando in questa recensione, però, c’era una domanda chiave che continuavo a pormi: il Core i7-10750H è effettivamente migliore del 9750H o dell’8750H che lo precedeva? Dopotutto, sono tutti basati su un’architettura simile derivata da Skylake, costruita utilizzando la stessa tecnologia a 14 nm, e racchiudono tutti i 6 core in un inviluppo di potenza predefinito di 45 W. Senza importanti miglioramenti alla tecnologia di base, la terza iterazione di questo processore può effettivamente offrire qualcosa di nuovo?

Senza dubbio, questo è ciò che scopriremo oggi con un confronto completo tra 10750H e 9750H e 8750H, insieme a uno sguardo a come si accumula il concorrente di recente coniato di AMD in questa fascia di prezzo, l’ottavo Ryzen 7 4800H. Questa recensione si concentrerà sulle prestazioni della produttività e quindi affronteremo il gioco in un articolo separato che stiamo preparando perché ci sono alcune cose interessanti che stanno accadendo anche con quest’ultima generazione di GPU.

Ritorniamo brevemente alla tabella delle specifiche per dare un’occhiata al Core i7-10750H e a ciò che stiamo ottenendo. Le specifiche di base sono sei core e dodici thread, un TDP predefinito da 45 W e 12 MB di cache L3, lo stesso delle ultime due generazioni.

Ciò che è aumentato è il supporto di memoria, ora fino a DDR4-2933, nonché le velocità di clock. La base rimane a 2,6 GHz, tuttavia i clock di boost sono aumentati a 5,0 GHz per Turbo single-core con Thermal Velocity Boost, il che significa che colpiremo quella frequenza quando il processore funziona a una temperatura inferiore a 65 ° C. A temperature più elevate, a cui la maggior parte dei laptop funziona, quella frequenza scenderà di 200 MHz per raggiungere un Turbo da 4,8 GHz. Questo è ancora un aumento del 7% sul Turbo a 4,5 GHz fornito dal Core i7-9750H.

Anche i turbo all-core sono aumentati, ora a 4,3 GHz, in aumento da 4,0 GHz, tuttavia riteniamo che questo sia influenzato in qualche misura da Thermal Velocity Boost. In pratica, nella maggior parte dei casi abbiamo visto turbo all-core intorno al segno da 4,1 a 4,2 GHz e le frequenze sostenute sono naturalmente molto più basse di così, non aspettarti che la tua CPU 10750H rimanga sempre a 4,3 GHz su tutti i core per tutto il tempo.

Configurazione del test: MSI GS66 Stealth

Il sistema di test per la revisione di oggi è il MSI GS66 Stealth. Questo fantastico laptop è arrivato con l’i7-10750H insieme a una GPU discreta RTX 2060 configurata a 80W. Ci sono anche 16 GB di DDR4-2666 a doppio canale per impostazione predefinita (che abbiamo scambiato con DDR4-2933 per sfruttare al meglio la CPU), un SSD da 512 GB e un display a 1080p 240Hz che è abbastanza carino.

Siamo grandi fan della gamma MSI GS Stealth. Pensiamo che abbiano un bell’aspetto e questa non fa eccezione. Non esamineremo questo laptop per intero oggi, ma possiamo dirti che ha un telaio molto bello, un ottimo display, un’enorme batteria da 99,9 Wh e una tastiera generalmente decente. Questo rimane uno dei miei ultraportatili preferiti dal punto di vista del design e della funzionalità.

In termini di prestazioni e limiti di potenza non stiamo ottenendo le migliori capacità hardware dato il design sottile e leggero. La CPU può funzionare facilmente al limite predefinito di 45 W, ma supera i 53 W al massimo con le modalità Turbo. Abbiamo visto alcuni progetti più spessi fare fino a 70 W o più. Tuttavia, la GPU sta bene a 80 W, senza preoccupazioni.

La CPU che supera solo 53 W in modalità CoolerBoost è sostanzialmente irrilevante per questo test, poiché eseguiamo tutte le CPU utilizzando le impostazioni di serie, quindi in questo caso per il Core i7-10750H che è un limite di potenza PL1 a 45 W a lungo termine. L’MSI GS66 è stato configurato per utilizzare un enorme PL2 a breve termine da 135 W pronto all’uso, tuttavia in pratica non abbiamo visto la CPU superare i 70 W molto spesso. Tuttavia, questo è un po ‘più alto rispetto ai 56-60 W che normalmente vedevamo con i sistemi 9750H.

Il motivo per cui utilizziamo le impostazioni di stock e limiti di potenza simili è che possiamo confrontare le prestazioni del processore a un determinato livello di potenza. A differenza dei desktop, il consumo di energia è cruciale nei laptop: un numero maggiore di componenti che richiedono molta energia richiede dispositivi di raffreddamento più grandi e quindi laptop più grandi. Il confronto di chip con un livello di potenza equivalente ci consente di vedere come si sarebbero comportati in un tipo equivalente di progettazione. Più una CPU può fare entro un certo limite di potenza, più è efficiente e più si può fare con un design più piccolo e leggero.

Questa è naturalmente una delle tante sfide con i test sui laptop, è abbastanza difficile ottenere confronti da mele a mele date le differenze nelle configurazioni, quindi facciamo del nostro meglio per mettere tutto in condizioni di parità. I seguenti grafici delle prestazioni contengono medie da configurazioni hardware equivalenti per fornire uno sguardo generalizzato alle prestazioni di una determinata CPU. Puoi vedere qui l’elenco completo dei laptop che abbiamo testato.

Un’ultima breve nota di sottotensione prima di passare ai risultati del benchmark. Come abbiamo discusso nella nostra recensione Core i7-10875H, un numero maggiore di OEM sta bloccando la tensione di questa generazione, probabilmente per prevenire gli exploit di Plundervolt. Questo è stato il caso dell’MSI GS66 Stealth. Puoi riattivare la sottotensione attraverso le opzioni avanzate nel BIOS di MSI.

Punti di riferimenti

Cominciamo con uno sguardo a Cinebench R20, uno dei preferiti per testare il multi-threading anche se a Intel piace pensare che sia piuttosto irrilevante. Il Core i7-10750H non fornisce molti miglioramenti rispetto al Core i7-9750H quando osserviamo i limiti di potenza predefiniti di 45 W. Nel test multi-thread la nuova parte di 10a generazione è meno del 2 percento più veloce – margine del tipo di errore del risultato – mentre nel single-thread stiamo assistendo a un lieve aumento delle prestazioni del 3 percento.

Non è nemmeno molto meglio rispetto all’8750H: 4% più veloce nel test multi-thread e 12% più veloce nel test single-thread grazie ad un aumento della velocità di clock da un massimo di 4,1 GHz a 4,8 ish GHz. In entrambi i test è facilmente battuto dal Core i7-10875H di livello superiore con otto core, ma è anche schiacciato dal Ryzen 7 4800H, che si trova in un livello simile. Ryzen non è solo oltre il 60 percento più veloce nel multi-thread, ma detiene anche un vantaggio del 7% nel single-core.

Non molto è diverso nel Cinebench R15, in questa occasione il 10750H è in realtà più lento in media nel test multi-thread rispetto al 9750H, ma mantiene comunque un vantaggio nel single-thread. Tutti questi margini sono roba di tipo a una cifra, quindi un cambiamento marginale tra loro.

In un carico di lavoro a lungo termine come il freno a mano, non vediamo molti miglioramenti rispetto al 10750H al 9750H. Ryzen detiene un vantaggio assoluto sul Core i7 più popolare di Intel, finendo questa transcodifica x265 più veloce del 50%.

Blender fornisce risultati quasi identici a Freno a mano quando si testano i processori a sei core Intel attuali e di ultima generazione. Non stai guadagnando nulla di sostanziale da questa mossa. Intendiamo, questa non è una sorpresa in quanto è fondamentalmente lo stesso silicio.

La compilazione del codice è stato uno dei migliori risultati che abbiamo visto per la 10750H. In questa compilation GCC, che è una miscela di sezioni singole e multi-thread, 10750H ha raggiunto il 10 percento in più rispetto a 9750H, una combinazione di maggiore boost e velocità di clock in alcune situazioni. Tuttavia, perde ancora facilmente il Ryzen 7 4800H, che nella maggior parte dei casi è più veloce per carichi di lavoro sia multi che leggermente filettati.

Microsoft Excel era un carico di lavoro in cui il 10750H finiva un po ‘indietro rispetto al 9750H in media rispetto ai laptop che abbiamo testato. Alcune variazioni nel comportamento di spinta causeranno questo. Poiché Excel è principalmente multi-thread, le prestazioni sono inferiori sia ai 10875H che ai 4800H con margini a doppia cifra.

Nei carichi di lavoro più leggeri di PCMark 10, il leggero miglioramento delle prestazioni a thread singolo aiuta in alcune situazioni. Stiamo osservando prestazioni equivalenti nel test di produttività del 9750H, sebbene rimanga circa il 10 percento in meno rispetto ai 10875H e ai 4800H qui. Nel test di Essentials, tale aumento della velocità del clock aiuta a fornire prestazioni migliori del 3%, ma ancora una volta, è in ritardo rispetto al modello a 8 core più veloce di Intel e al nuovo Ryzen 7 di AMD.

7-Zip mostra che le prestazioni sono molto simili tra 10750H, 9750H e 8750H, qui non c’è molto. Poiché questo test è multi-thread, le prestazioni sono un po ‘indietro rispetto all’8-core 10875H di Intel, fino al 25% più lento, ed è anche dietro Ryzen 7 4800H.

MATLAB non mostra alcun reale miglioramento delle prestazioni per la 10750H rispetto alla 9750H e, analogamente ad altri test che abbiamo appena visto, è più lento di 8 CPU core con un margine a doppia cifra. Dati i risultati Ryzen 7, sei core a questo prezzo sembrano un po ‘datati.

Una delle vittorie più significative per 10750H è l’esportazione in Acrobat PDF, che è un carico di lavoro a thread singolo. Con velocità di clock superiori del 7% con 10750H rispetto a 9750H ed entrambe le CPU sono in grado di funzionare a questi clock entro il limite di potenza su un singolo core, 10750H è stato del 7% più veloce in questo test. Ciò gli consente di rivendicare uno degli unici lead prestazionali sulla Ryzen 7 4800H che ho visto.

Nelle prestazioni AES, ancora una volta non vediamo molta differenza tra la 9750H e la 10750H, e nemmeno la 10875H. Questo perché si tratta di una funzione con accelerazione hardware e non sembra esserci alcun vantaggio qui, probabilmente poiché l’architettura è la stessa. La crittografia è un’altra area in cui Ryzen è molto più veloce nei laptop, il 35% più veloce quando è multi-thread.

Photoshop è uno dei rari carichi di lavoro in cui l’ago si è spostato leggermente a favore della nuova CPU di decima generazione, nel benchmark di Puget vediamo prestazioni del 9% più elevate con la stessa GPU RTX 2060. Ciò gli ha permesso di abbinare la configurazione Ryzen 7 4800H con una GTX 1660 Ti di livello inferiore, che sul valore nominale è ragionevole fino a quando non ti rendi conto che è sovraperformata da una configurazione Ryzen più economica.

DaVinci Resolve Studio che utilizza il carico di lavoro Puget è un altro raro esempio in cui la nostra configurazione Core i7-10750H era più lenta del nostro sistema Core i7-9750H con la stessa GPU RTX 2060. Non è stato molto più lento, ma nel complesso è stato più lento, il che è un risultato strano. Tuttavia, entrambe le opzioni della CPU sono rimaste indietro rispetto alla Ryzen 7 4800H, tipica delle applicazioni di codifica video.

E finalmente arriviamo al nostro set di carichi di lavoro di Premiere. Per l’esportazione, non c’è alcuna reale differenza tra 10750H e 9750H se abbinato alla stessa GPU, stai osservando il margine di errori di tipo di errore utilizzando l’ultima versione beta di Premiere che aggiunge l’accelerazione hardware per le GPU Nvidia. Come con DaVinci Resolve, la Ryzen 7 4800H è una scelta migliore in quanto può masticare più velocemente le parti limitate della CPU della codifica.

Anche le prestazioni di riproduzione live sono abbastanza simili tra la maggior parte di queste opzioni, la Ryzen 7 4800H è leggermente avanti ma non di molto. Se sei come noi e segui la codifica puramente software per la massima qualità, ancora una volta non c’è molto da guadagnare tra 10750H e 9750H, abbiamo visto un miglioramento del 6% qui che è in realtà sul lato superiore, ma con il 25% inferiore prestazioni di una configurazione Ryzen 7 4800H non finisce per essere così impressionante nel complesso.

E infine abbiamo l’effetto Warp Stabilizer, che è leggermente filettato. Nessun guadagno in termini di prestazioni rispetto al Core i7-9750H, e come abbiamo già detto in ogni singolo benchmark di questo video, in questo test non è possibile tenere il passo con la Ryzen 7 4800H. Durante l’esecuzione di una singola istanza di stabilizzatore di curvatura, il 4800H era più veloce del 22%.

Cosa abbiamo imparato

Il motivo principale per cui non stiamo ottenendo prestazioni migliori con questa generazione è il semplice fatto che Intel non ha modificato l’architettura o la tecnologia di produzione per anni. Quando non ci sono guadagni IPC e miglioramenti minimi dell’efficienza, sei bloccato con incrementi delle prestazioni praticamente nulli in un fattore di forma a potenza limitata come un laptop. E questo è più evidente quando si visualizzano le velocità di clock.

Nel Cinebench R20, il 10750H si comporta quasi esattamente come un Core i7-9750H, che a sua volta si comporta come un Core i7-8750H. Questi due processori di ultima generazione hanno registrato un clock di circa 3,1 GHz a lungo termine su sei core entro il limite di potenza di 45 W. Il 10750H finisce con un clock di circa 3,2 GHz a lungo termine, quindi un aumento di 100 MHz in questo caso. Ciò equivale a un aumento della velocità di clock del 3%, non sorprende che spesso abbiamo visto miglioramenti delle prestazioni multi-core nell’intervallo del 2-3 percento, il che è trascurabile.

Guardando il riepilogo generale delle prestazioni, nel migliore dei casi stiamo riscontrando un guadagno del 10% nelle app a thread leggero o a thread singolo, ma questo varia a seconda del test e per la maggior parte si direbbe che i processori riguardino un incontro. E questo porta a guardare test limitati 8750H. Le prestazioni multi-core sono migliorate solo di qualche percento in Cinebench, i maggiori vantaggi sono derivati ​​dall’aumento del limite di velocità di clock per single-core.

Rispetto all’altra CPU Core i7 di Intel che offre 8 core, il Core i7-10875H, il 10750H è universalmente più lento del previsto. A volte è più lento di circa il 10% nei carichi di lavoro a thread singolo, ma può essere più lento di circa il 20-25% nei processi di thread multipli. Dato che la maggior parte dei laptop 10750H di fascia alta ha un’opzione 10875H più costosa o anche qualcosa con il Core i9-10980HK, questo è il tipo di prestazioni che ti stai perdendo.

E poi confrontando il Core i7-10750H con il Ryzen 7 4800H, è un po ‘un bagno di sangue per il processore Intel. Con entrambe le CPU limitate a 45 W, Ryzen offre migliori prestazioni multicore e migliori prestazioni single-core in quasi tutte le istanze. Se si hanno carichi di lavoro con produttività principalmente multi-core, il vantaggio in termini di prestazioni offerto da Ryzen con 8 core Zen 2 su 7nm è molto significativo.

Le nostre opinioni generali sul Core i7-10750H possono essere riassunte ordinatamente in una sola parola: non impressionante. Intel offre le stesse prestazioni dell’ultima generazione i7-9750H con alcuni piccoli miglioramenti, che in effetti sono le stesse prestazioni del Core i7-8750H di due generazioni fa. Per le prestazioni di produttività, non c’è motivo di prendere in considerazione un aggiornamento.

L’unico modo per ottenere maggiori prestazioni con un nuovo chip Intel in questo segmento è se acquisti un laptop che consente di eseguire la CPU con un limite di potenza superiore. Se avevi un laptop da 45 W e riesci a passare a qualcosa con un raffreddamento sufficiente per consentire 60 W o 70 W, dovrai affrontare un miglioramento dal 15 al 20 percento. Ma questo non è un reale guadagno in termini di prestazioni della CPU di decima generazione, è un vantaggio in termini di prestazioni derivante dall’avere un laptop con un dispositivo di raffreddamento migliore.

Poiché Intel ha continuato a offrire prestazioni di due anni allo stesso prezzo, AMD è stata in grado di entrare e scuotere il mercato dei laptop con un processore molto più veloce in questa categoria. Ryzen 7 4800H è, per la maggior parte, percentuali a doppia cifra più veloci con lo stesso consumo di energia e questo vantaggio può essere del 50% o superiore quando alimentato con un carico di lavoro che può utilizzare tutti i suoi 8 core.

Questa conversazione può diventare un po ‘confusa quando si tiene conto di tutti i limiti di potenza e le configurazioni offerte dagli OEM. Ma dato che abbiamo visto Intel non riuscire a battere il processore AMD da 45 W con un’opzione a 8 core da 90 W.

La realtà apparente di questa generazione è che qualsiasi laptop che utilizza un Core i7-10750H potrebbe molto probabilmente essere più veloce e migliore per la produttività o per i carichi di lavoro dei creatori se avesse usato invece un Ryzen 7 4800H. Anche con questo MSI GS66 Stealth, e saremo onesti, è un laptop molto bello, eppure perde il dosso delle prestazioni della produttività del 50% di Ryzen.

O per guardarlo in un altro modo, nella categoria H-series portatile, il MSI GS66 è facilmente battuto per la produttività dai più piccoli e più accessibile Asus Zephyrus G14. Il G14 costa $ 300 in meno, un design da 14 pollici invece di 15 pollici e pesa 500 grammi in meno. Questo è il vantaggio reale che AMD sta fornendo proprio ora, sebbene in un numero limitato di sistemi.

Link alla fonte

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here