Lo SpaceX di Elon Musk si sta preparando a distruggere uno dei suoi missili domenica per testare un sistema di interruzione di emergenza cruciale su una capsula di astronauti senza pilota, il test finale della compagnia prima di far volare gli astronauti della NASA dal suolo americano. Il test doveva svolgersi in precedenza sabato, ma è stato ritardato a domenica a causa del maltempo. Meno di due minuti dopo il decollo da un trampolino di lancio in Florida, la capsula Crew Dragon di SpaceX sparerà propulsori di bordo per espellersi da un razzo Falcon 9 a mezz’aria, simulando uno scenario di interruzione di emergenza che dimostrerà che può riportare in salvo gli astronauti.

Il test è cruciale per qualificare la capsula di astronauti di SpaceX per far volare gli umani alla Stazione Spaziale Internazionale, un’impresa che la National Aeronautics and Space Administration prevede di arrivare entro la metà del 2020. Segue anni di sviluppo e ritardi poiché gli Stati Uniti hanno cercato di rilanciare il suo programma di voli spaziali umani attraverso partenariati privati.

La NASA ha assegnato $ 4,2 miliardi (circa Rs. 29.838 crores) a Boeing e $ 2,5 miliardi (circa Rs. 17.760,9 crores) a SpaceX nel 2014 per sviluppare sistemi di capsule separati in grado di trasportare gli astronauti sulla stazione spaziale dal suolo americano per la prima volta dallo spazio della NASA il programma di navetta è terminato nel 2011. L’agenzia spaziale da allora ha fatto affidamento su veicoli spaziali russi per fare l’autostop verso la stazione spaziale.

I booster del razzo Falcon 9 si spegneranno a circa 12 miglia (19 km) sopra l’oceano, un falso fallimento che farà scattare i cosiddetti propulsori SuperDraco di Crew Dragon a volare via a velocità supersoniche fino a 1.500 miglia all’ora (2.400 km / h) .

La capsula schiererà tre paracadute per rallentare la sua discesa in acqua, portando a bordo due manichini di prova a forma umana vestiti con sensori di movimento per raccogliere dati preziosi sull’immensa g-force – l’effetto dell’accelerazione sul corpo – imposta durante l’interruzione.

Il booster cadrà in caduta libera e ricadrà in modo incontrollato verso l’oceano, ha detto il direttore della gestione delle missioni dell’equipaggio di SpaceX Benji Reed. “Ad un certo punto prevediamo che il Falcon inizierà a rompersi.”

“Le nostre forze di recupero del Falcon 9 saranno pronte per partire e recuperare il maggior numero possibile di Falcon nel modo più sicuro possibile”, ha affermato Reed.

Il test di interruzione in volo era originariamente previsto per metà 2019, ma la linea temporale è stata ritardata di nove mesi dopo che una delle capsule Crew Dragon di SpaceX è esplosa ad aprile su un banco di prova poco prima di accendere i propulsori di interruzione del lancio, innescando una lunga indagine .

SpaceX ha azzerato una reazione esplosiva precedentemente sconosciuta tra una valvola in titanio e il carburante per missili della capsula. Reed ha riferito a Reuters SpaceX di aver completato le indagini nell’ultima settimana.

Link alla fonte

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here