Tumblr il lunedì annunciato un aggiornamento della sua politica di incitamento all’odio, che annuncia sul suo blog che avrebbe iniziato a ridurre la portata dei post considerati incitamento all’odio rimuovendo tutti gli arretrati del contenuto interrotto. Tumblr afferma che si rivolge in modo specifico ai discorsi dei nazisti e di altri gruppi di suprematisti bianchi, che afferma essere ancora amplificato sulla sua piattaforma attraverso i reblog anche dopo che il post originale è stato rimosso per violazione delle sue politiche sul discorso dell’odio.

“Molti di voi ci hanno invitato a rivalutare ulteriormente il modo in cui affrontiamo il discorso dell’odio, in particolare il discorso dell’odio da parte dei nazisti o di altri gruppi suprematisti bianchi. Oggi ti stiamo informando che ti abbiamo sentito e stiamo prendendo ulteriori provvedimenti “, scrive Tumblr, che ora è di proprietà del creatore di WordPress Automattic. “Nella nostra ricerca e dai tuoi utili rapporti, abbiamo scoperto che gran parte del discorso sull’odio esistente derivava da blog che sono già stati chiusi. Mentre i loro post originali venivano eliminati al termine del blog, il contenuto di questi post continuava a sopravvivere nei reblog. “

Tumblr afferma che mentre non tutti i reblog amplificavano il messaggio e alcuni erano in effetti dedicati a ridimensionarlo o a discuterne, ma che i reblog “contenevano raramente il tipo di contro-discorso che serve a tenere sotto controllo la retorica odiosa”.

Ora, Tumblr afferma che passerà attraverso post terminati, con particolare attenzione ai post che propagano i punti di vista nazisti e altre ideologie suprematiste bianche, per rimuovere tutti i reblog associati. Tumblr dice che solo nell’ultima settimana, ha rimosso 4,47 milioni di reblog come parte di questo processo. “Andando avanti, valuteremo tutti i blog sospesi per incitamento all’odio e prenderemo in considerazione la cancellazione di reimpianti di massa quando appropriato”, si legge nel post.

Tumblr afferma di riconoscere l’effetto che ciò potrebbe avere sugli argomenti relativi alla giustizia educativa e sociale. “Non faremmo un cambiamento del genere senza considerare l’impatto sulla tua libertà di espressione. Non vogliamo mettere a tacere coloro che stanno fornendo argomenti contrari educativi e necessari per odiare il discorso ”, si legge nel blog. Tumblr afferma di aver rivisto il suo approccio con una varietà di gruppi esterni per “assicurarsi che ci siamo allineati con le loro migliori pratiche raccomandate”.

“Non esiste una soluzione di proiettile d’argento, intelligenza artificiale o algoritmo in grado di indirizzare perfettamente il discorso dell’odio. Ecco perché abbiamo un team di Trust & Safety dedicato e abbiamo un modo semplice per segnalare qualsiasi discorso di odio che vedi “, afferma la società.

L’approccio di Tumblr alla moderazione è atterrato in acqua calda con la sua comunità in passato, soprattutto quando la piattaforma ha vietato tutti i contenuti pornografici e altre forme di contenuti per adulti quando era ancora di proprietà di Verizon. Il sito ha subito un forte calo del traffico web mentre gli utenti abbandonavano la piattaforma in gran numero. Automattic ha mantenuto il divieto quando ha acquistato Tumblr nell’agosto dello scorso anno.

Link alla fonte

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here